Caldo e afa durano poco. Da lunedì sera temporali e calo termico

Le previsioni di 3bmeteo.com: «L’estate resta incerta per l’assenza di un anticiclone stabile sul Mediterrano»

«Un temporaneo rinforzo dell’alta pressione africana favorirà non solo una domenica in prevalenza soleggiata ( salvo qualche temporale su Alpi e area ionica ), ma anche la prima ondata di calore dell’estate 2018, sebbene non particolarmente intensa». Così spiega la situazione odierna il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che continua: «Entro lunedì avremo temperature diffusamente pari o superiori ai 30°C da Nord a Sud, con picchi di 33-34°C sulle aree interne del Centrosud e sulle Isole Maggiori. Sensazione di afa a tratti accentuata lungo le coste e in generale sulla Pianura Padana».

«Si tratterà tuttavia di un “fuoco di paglia” con l’anticiclone che verrà nuovamente smantellato nella nuova settimana dall’ennesimo vortice in arrivo da Francia e Spagna – prosegue l’esperto di 3bmeteo.com – già entro lunedì sera avremo nuovi temporali su Alpi, Prealpi e Nordovest. Tra martedì e mercoledì fenomeni sparsi tenderanno ad interessare anche il resto della penisola, ma soprattutto il Centronord. Attenzione perché stante la presenza di aria calda e umida, saranno possibili fenomeni anche di forte intensità accompagnati da locali grandinate e raffiche di vento improvvise».

Questo comporterà un ridimensionamento delle temperature soprattutto Nordovest, poi progressivamente sul resto dello Stivale, con perdita anche di oltre 4-5°C. L’estate insomma parte a singhiozzo, per assenza di un anticiclone stabile sul Mediterraneo».

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.