Una Rsa all’ex Ospedale di Borgosesia: la coop Anteo mette sul tavolo 5 milioni

L'ex ospedale di Borgosesia

Tempi rapidi per l’intervento sull’ex Ospedale di Borgosesia: è quanto auspica il sindaco Paolo Tiramani, che in questi giorni sta lavorando con un team di esperti per procedere con le operazioni:  «E’ evidente che i posti letto in residenze per anziani sono un bisogno primario della nostra società  quindi il Comune intende provvedere quanto prima a lanciare la gara d’appalto per i lavori sullo stabile e la successiva  gestione del servizio, in modo da individuare l’aggiudicatario quanto prima».

L’ex ospedale di Borgosesia si avvia dunque a diventare una estensione della Casa di Riposo S. Anna, con ulteriori posti letto per l’accoglienza degli anziani: «Si tratta della concretizzazione di un progetto partito anni fa – spiega Tiramani – che aveva il suo fulcro nell’autorizzazione a trasformare l’edificio in casa di riposo e nella convenzione tra Comune e Regione per posti letto destinati a questo uso. Consapevoli che creare una nuova casa di riposo in città, dove la S. Anna funziona benissimo, sarebbe stato un inutile doppione, abbiamo contattato subito l’Asp di Sant’Anna e si è deciso che il vecchio ospedale sarà una succursale della sede principale».

Nelle scorse settimane il Comune aveva richiesto una manifestazione d’interesse, coinvolgendo tutti gli operatori del mercato: sul tavolo del sindaco è arrivata una proposta di project financing da parte della cooperativa sociale Anteo: «Si tratta di una proposta molto interessante, di cui stiamo valutando con attenzione la fattibilità  – spiega ancora Paolo Tiramani – prevede un investimento di circa 5 milioni di euro per la trasformazione dell’edificio, a fronte della gestione della Casa di Riposo per un certo numero di anni. Lo strumento del project financing consente la realizzazione dell’opera pubblica senza alcun onere per l’amministrazione: la città avrà un edificio rimesso a nuovo senza esborsi da parte delle casse comunali».

Completata la valutazione in corso, la proposta verrà messa in gara con eventuali integrazioni: «Verrà indetta a breve una gara pubblica – conclude il sindaco – con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. L’obiettivo è di iniziare i lavori entro l’estate».

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.