Vercelli perde Mino Givogre: autentico “signore” del cinema

Gestore di alcune delle storiche sale cittadine si è spento stamattina a 83 anni

Mino Givogre è morto questa mattina in seguito a un’emorragia cerebrale. Aveva 83 anni e non c’è nessuno a Vercelli che  possa fare a meno di associare immediatamente il suo nome al Cinema. Gestì alcune delle sale storiche cittadine: dall’Italia al Verdi, dall’Astra al Principe, al Viotti.

Fu anche insegnante di educazione fisica ed era innamorato di ogni forma d’arte, d’espressione intellettuale: insomma un vero uomo di cultura. Con i “martedì al cinema” all’Italia aveva lanciato una modalità di fruizione del Cinema che lo fece conoscere e apprezzare ben fuori dai confini cittadini.

Mino Givogre, e dopo di lui il figlio  Tommy, hanno incarnato la capacità di coniugare grandi pellicole, i suoi protagonisti e una piccola realtà di provincia come Vercelli che, non di rado, hanno trasformato in capitale di grandi eventi per amanti del cinema.

Alla sua bella e numerosa famiglia le condoglianze sincere della redazione del Corriere eusebiano.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.