Chiorino: “Subito il tavolo di crisi al Mise per il caso Ifi”

L'assessore regionale al lavoro parla dopo il summit di mercoledì a Santhià

I lavoratori della Ifi durante un presidio

L’assessore al Lavoro della Regione Piemonte, Elena Chiorino è intervenuta mercoledì a Santhià al tavolo di lavoro e al successivo incontro con i lavoratori a seguito della crisi dell’IFI – Magliola di Santhià, cui hanno preso parte rappresentanti sindacali e parlamentari del territorio.

«La Regione – ha assicurato l’assessore Chiorino – è e sarà sempre al fianco dei lavoratori e metterà in campo tutte le azioni possibili per salvare l’azienda e i lavoratori. Il primo passo sarà la richiesta di un tavolo di crisi al Ministero per lo Sviluppo economico, colpevolmente non convocato sino ad ora, nonostante i sindacati abbiano asserito di aver fatto specifiche richieste in tal sensoAccompagneremo i lavoratori nella procedura per l’erogazione della Naspi».

L’assessore regionale al Lavoro si è detta rammaricata per quella che considera «una decisione affrettata da parte dei sindacati che hanno concordato la procedura di licenziamento collettivo dei lavoratori, di fatto impedendo possibilità di ulteriori interventi della Regione in loro favore. Una scelta di cui siamo stati informati solo in un secondo momento e che non abbiamo condiviso».

«Adesso – ha concluso l’assessore Chiorino – il danno è purtroppo fatto e dobbiamo intervenire con gli spazi di manovra che ci sono consentiti. Di certo non abbasseremo la guardia e terremo i lavoratori informati delle nostre iniziative in loro sostegno».

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.