Si vendica di una multa imbrattando il municipio di Lamporo e una villa di Tronzano: denunciato 77enne astigiano

La facciata del municipio di Lamporo imbrattata

La vendetta per una multa: imbratta il municipio di Lamporo e una villa storica di Tronzano di proprietà del padre dell’agente della Polizia locale che lo aveva sanzionato. 

Questo quanto hanno ricostruito i carabinieri della stazione di San Germano che hanno quindi denunciato in stato di libertà un 77enne della provincia di Asti, gravemente indiziato per il reato di deturpamento e imbrattamento di cose altrui. L’indagine era partita lo scorso 31 marzo, quando il sindaco di Lamporo, trovando la facciata del Municipio sporcata con spray nero, aveva chiesto un sopralluogo ai Carabinieri di Crescentino. Un paio di mesi più tardi, un’analoga richiesta era stata fatta ai militari della stazione di San Germano da parte del proprietario di una villa storica di Tronzano che lamentava l’imbrattamento con vernice della facciata della sua dimora. L’uomo non esternava sospetti su alcuno, asserendo che in passato non era mai successo un fatto analogo. I carabinieri hanno così iniziato a esaminare le immagini delle telecamere poste lungo le vie d’accesso del paese, notando che verso le 3 della notte dell’atto vandalico era transitata un’utilitaria di proprietà di un anziano dimorante in provincia di Asti. Il veicolo era stato ripreso da diverse telecamere poste vicino all’abitazione danneggiata e nelle immagini si vedeva che il conducente del mezzo, dopo aver parcheggiato il veicolo ed essere sceso, si era diretto verso l’abitazione danneggiata trasportando una latta di vernice.

Il proprietario del veicolo, un 77enne della provincia di Asti, è stato così invitato in caserma e deferito per deturparnento e imbrattamento di cosa altrui, alla Procura della Repubblica di Vercelli. In quell’occasione gli investigatori hanno accertato che l’anziano avrebbe agito a causa di un forte rancore, poiché era stato sanzionato da un agente della polizia locale del Comune di Lamporo, figlio convivente del proprietario della villa storica.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.