Tentano di raggirare anziani a Tronzano e Ronsecco: i carabinieri sulle tracce di due truffatori

Sono andati fortunatamente a vuoto i tentativi da parte di due presunti truffatori, finora rimasti ignoti, di raggirare due persone anziane col fine di impossessarsi di denaro e oggetti custoditi nelle rispettive case. Il primo episodio si è verificato in Tronzano Vercellese, nella mattinata del 19 gennaio scorso, quando i due soggetti sospettati si sono presentati nell’abitazione di una 73enne, adducendo la motivazione di dovere “sanificare i locali” chiedendole il permesso di entrare in casa. La donna, memore delle raccomandazioni più volte diffuse sugli organi di informazione da Forze dell’ordine, amministrazioni locali ed altri enti, non si è lasciata raggirare e ha negato l’accesso ai due individui i quali, senza andare oltre nelle richieste, si sono allontanati velocemente. La circostanza si è ripetuta poco dopo a Ronsecco, e stavolta la vittima prescelta era una signora di 88 anni. Per nulla intimorita né intenzionata a farsi “sanificare i locali”, l’anziana ha reagito negando l’accesso ai due soggetti, costretti anche questa volta ad andarsene con le pive nel sacco.
La prontezza delle due persone anziane, quindi, ha permesso di sventare qualsiasi piano avessero in mente i due aspiranti “sanificatori di locali”, la cui identificazione è ora oggetto di indagine da parte dei Carabinieri dei rispettivi luoghi attraverso l’analisi dei filmati delle telecamere pubbliche di sorveglianza.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.