Tav e compensazioni: la giunta regionale si riunisce a Chiomonte

Invitati i vertici Telt, il comitato "Si Tav" e i sindaci aderenti al Patto per il territorio

Il cantiere Tav di Chiomonte attualmente bloccato

Dopo il sostanziale via libera del governo al completamento della Tav e in attesa del passaggio parlamentare sulla mozione annunciata dal (M5S), dal valore più che altro simbolico, la giunta regionale piemontese compie i primi concreti passi per riavviare correttamente il cantiere. Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio ha convocato venerdì 9 agosto, alle ore 14 presso la Sala Consiliare del Comune di Chiomonte (via Vescovado 1 – Piazza Balp de Roche Brune), una giunta monotematica sullo stato dell’arte dei lavori della Torino-Lione e delle opere di compensazione.  Interverranno Roberto Garbati, sindaco di Chiomonte; Mario Virano, direttore generale di Telt, promotore pubblico italo-francese della tratta transfrontaliera della Tav; Simonetta Carbone, Roberta Castellina, Patrizia Ghiazza, Adele Olivero e Mino Giachino, promotori delle manifestazioni SI TAV; Paolo Foietta, già commissario di governo della Torino-Lione.  All’incontro sono stati invitati i Sindaci dei 17 Comuni che hanno sottoscritto il “Patto per il Territorio”: Bruzolo, Buttigliera Alta, Bussoleno, Caprie, Cesana Torinese, Chiomonte, Exilles, Giaglione, Gravere, Mattie, Meana di Susa, Mompantero, Salbertrand, San Didero, Susa, Torrazza Piemonte, Venaus.  

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.