La Pro Vercelli contro la Tritium per tornare alla vittoria

Dopo lo 0-0 casalingo con il Rodengo Saiano, i bianchi domenica giocheranno (a porte chiuse) in trasferta a Trezzo sull’Adda (Milano)

 

La gara Tritium Calcio 1908 – Fc Pro Vercelli 1892 di domenica 10 ottobre 2010 (inizio ore 15), valevole per la 7ª giornata del campionato di Seconda Divisione di Lega Pro 2010/2011, verrà disputata a porte chiuse presso il campo comunale di via Rocca 19 a Trezzo sull’Adda (MI). Per questo motivo, l’ingresso allo stadio sarà limitato ai soli giornalisti accreditati e ai dirigenti delle due squadre in campo.

———-

Si è ancora inceppato il motore della Pro Vercelli. Dopo il Montichiari anche il Rodengo Saiano esce dal “Piola” con un pareggio in bianco che, pur lasciando inalterata la situazione di classifica, fa scattare un piccolo campanello d’allarme nel team di Maurizio Braghin.

Merito ai gialloblù, autori di una gara ordinata, per nulla difensivistica (se non negli ultimi 10’ finali) e qualche giustificazione dettata dal turno di sosta che ha “arrugginito” i meccaniscmi di una squadra che girava a pieno regime ma, certo, la Pro ammirata con il Rodengo è stata, probabilmente, la meno concreta della stagione, almeno “formato-Piola”. Molti i disimpegni sbagliati, i lanci imprecisi o i numerosi momenti di black out nei quali la sfida è vivacchiata a ritmi pre-campionato. E poi c’è sempre il piccolo, grande equivoco dell’attacco che, nonostante  il modulo a “razione anteriore, ha “punto” poco. Nell’arco del match mister Braghin e il suo vice Cristiano Scazzola, hanno gettato nella mischia l’intero parco di batterie offensive a disposizione, senza però riuscire a scardinare la retroguardia bresciana.

Vero è che nel finale a Luca Orlando è stato annullato un gol per dubbio fuorigioco (per dovere di cronaca il punto sarebbe stato più ascrivibile a un grossolano errore del portiere bresciano che non a una prodezza dei bianchi), ma nell’arco dei 90’ lo 0-0 è stata senz’altro l’equazione più giusta. Guardando al bicchiere “mezzo pieno” occorre rilevare la solidità del reparto difensivo che, al cospetto di una grande, non ha mai rischiato nulla. E quando non s’incassano reti, nella peggiore delle ipotesi, un punto lo si strappa sempre. Domenica, intanto, trasferta a Trezzo d’Adda contro la Tritium, neo promossa che, meglio di molte matricole, ha saputo calarsi nella realtà dell’ex C2.

Il bilancio per i lombardi parla di 2 vittorie, 2 pareggi e altrettante sconfitte. Una squadra da rispettare, ma da affrontare con l’obiettivo dei tre punti. Il fatto di giocare in trasferta “obbligando” gli avversari a fare la partita, potrebbe essere un ulteriore vantaggio per i bianchi che, scontate le squalifiche, ritroveranno l’esterno Francesco Pigoni e Braghin tornerà in panchina.

 

Piermario Ferraro