Pro Vercelli 0 vs Juventus Under 23 1, le voci della sala stampa

Pro Vercelli 0 vs a Juve Under 23 1.

Stefano Beltrame, l’ex:”Sicuramente sapevamo che non era un campo facile ed era un derby, non era facile vincerlo. Bisogna continuare così. Questo goal per me ha un significato enorme, era la prima partita da titolare dopo l’operazione. C’era emozione per me, ho fatto qui sei mesi e poi sono di  Biella. Il cammino è quello giusto, non dobbiamo rilassarci, dobbiamo dare continuità ai risultati”. 

Massimo Secondo:”Il risultato giusto sarebbe stato almeno il pari, siamo stati sconfitti nonostante il palo di Romairone, il tiro di Della Morte. Capisco le nazionali ma non è pensabile che noi per tre settimane giochiamo tre volte a settimana, non ci sono controprove ma se ci fosse stato consentito recuperarla in un altro momento sarebbe stato meglio. Meritavamo un risultato diverso. Non è corretto, non è giusto, siamo stati costretti a recuperarlo questo mercoledì che era il più sbagliato. Complimenti al mister ed ai ragazzi, ha cambiato 7-8 giocatori rispetto al Siena ma abbiamo giocato con grande intensità. Mi dispiace, mi sarebbe piaciuto di più affrontare tutti ad armi pari. Domenica avremo lo scontro diretto con l’Olbia, sono fiducioso”.

Fabio Pecchia:”La Pro Vercelli viene da un momento molto positivo, la grande giocata di Stefano Beltrame ha rotto gli equilibri ma la Pro Vercelli ha tenuto fino alla fine. Non abbiamo il tempo per guardarci intorno, abbiamo altre partite, ho bisogno di tutta la Rosa per la gestione delle energie fisiche e soprattutto mentali. Questa Stagione permette ai giovani di affrontare un campionato molto impegnativo, i giovani calciatori con questo campionato devono completarsi, è l’obiettivo primario”. 

Alberto Gilardino : “Partita giocata sugli episodi, quarta partita in dieci giorni ma non abbiamo sofferto. I punti di Olbia saranno pesanti, uno scontro salvezza. Abbiamo poco tempo per preparare la partita ma la prepareremo al meglio. Anche stasera i ragazzi hanno dato tutto. Sapevamo che la Juve ha giocatori fisici e di grande qualità. Noi abbiamo lavorato comunque bene in fase difensiva, anche Alberto Masi è pronto per il rientro”.

Alessandro Carosso:”Sono gli episodi che fanno la differenza, c’è andata bene nelle altre partite, oggi è girata storta. Negli ultimi metri non siamo stati decisivi. C’è stanchezza fisica per le quattro partite in dieci giorni, superato questo mese e mezzo di torture faremo le nostre pause”. 

Paolo d’Abramo

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.