Iniziata la rassegna culturale del Meic “Testimoni di futuro, per nutrire la speranza”

E’ iniziata questa mattina, sabato 21 gennaio, nell’aula S. Eusebio del seminario di Vercelli, la rassegna culturale del Mei dedicata al tema generale “Testimoni di futuro, per nutrire la speranza”. Il primo appuntamento era dedicato all’ecumenismo seguendo il filo conduttore “Fratellanza: nuova frontiera dell’umanità e delle Chiese”. I lavori, introdotti dal presidente Meic Tommaso di Lauro e dall’arcivescovo di Vercelli mons. Marco Arnolfo, sono stati coordinati da mons. Mario Allolio e da don Maurizio Galazzo e si sono sviluppati attorno alle relazioni principali del vescovo di Lodi e delegato della Conferenza episcopale lombarda per l’ecumenismo, Mons. Maurizio Malvestiti, e del direttore del Centro studi per l’ecumenismo in Italia, Riccardo Burigana. In mezzo un intervallo musicale curato dall’Ensamble San Michele. A chiudere gli interventi di Padre Julian Paun della Chiesa Ortodossa Romena e di Pier Luigi Ranghino della Chiesa Evangelica Metodista.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.