Covid-19, il virologo Crisanti: «Un lockdown a Natale potrebbe abbassare la trasmissione»

A fronte di decine di morti (ben 43 solo oggi) in tutta Italia, 4 quelli registrati in Piemonte. Contenuti i contagi odierni nel Vercellese e Vco

Report "Covid-19" in Piemonte aggiornato ad oggi, mercoledì 14 ottobre 2020

«Forse un lockdown sotto Natale potrebbe resettare il sistema, abbassare la trasmissione e, alla ripresa, aumentare la capacità di contact tracing e dei tamponi sul territorio», sono alcune delle dichiarazioni che il dottor Andrea Crisanti, virologo dell’Università di Padova, ha rilasciato quest’oggi, mercoledì 14 ottobre, nel corso della trasmissione televisiva “Studio 24” in onda su Rainews.

L’esperto ha poi commentato anche le disposizioni contenute nell’ultimo Dpcm del 13 ottobre 2020 sul contrasto e contenimento dell’emergenza Covid-19: «L’impatto che queste misure avranno lo sapremo tra due settimane. Sono misure di buon senso, che hanno un impatto importante sulla qualità della vita. Dovremmo concentrarci su quella che è la capacità che abbiamo sul territorio di bloccare la trasmissione – ha spiegato Crisanti – Tra 15 giorni non vorrei trovarmi a discutere di 10-12mila casi al giorno. Via via che i casi sono aumentati, la capacità di contact tracing e fare tamponi diminuisce e si entra in un circolo vizioso che fa aumentare la trasmissione del virus».

28.938 PAZIENTI GUARITI E 529 IN VIA DI GUARIGIONE

Oggi, mercoledì 14 ottobre, l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 28.938 (+29rispetto a ieri), così suddivisi su base provinciale: 3534 (+6) Alessandria, 1655 (+1) Asti, 905 (+2) Biella, 2821 (+1) Cuneo, 2690 (+2) Novara, 14.713 (+16) Torino, 1385 (0) Vercelli, 1037 (+0) Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 198 (+1) provenienti da altre regioni.

Altri 529 sono “in via di guarigione”, ossia negativi al primo tampone di verifica, dopo la malattia e in attesa dell’esito del secondo.

I DECESSI SONO 4.187

Quattro i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati nel pomeriggio dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui nessuno verificatosi oggi (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid-19).

Il totale è di 4.187 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 687 Alessandria, 257 Asti, 212 Biella, 402Cuneo, 385 Novara, 1844 Torino, 226 Vercelli, 133 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 41 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte.

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI

Sono 40.041 (+499 rispetto a ieri, di cui 296 sono asintomatici. Motivo tampone: 166 screening, 196 contatti di caso, 137 con indagine in corso. Ambito: 19 RSA, 113 scolastico, 367 popolazione generale. I casi importati sono 2 su 499) i casi di persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte, così suddivisi su base provinciale: 4690 Alessandria (+37 rispetto a ieri), 2204 Asti (+32), 1310 Biella (+16), 4209 Cuneo (+99), 3759 Novara (+13), 20.129 Torino (+280), 1807 Vercelli (+9), 1283 Verbano-Cusio-Ossola (+4), oltre a 335 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi.

I restanti 315 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

I ricoverati in terapia intensiva sono 33 (+3 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 562 (+79 rispetto a ieri).

Le persone in isolamento domiciliare sono 5.792 (+340 rispetto a ieri). I tamponi diagnostici finora processati sono 814.570, di cui 442.239risultati negativi.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.