Furti e truffe: un arresto e diverse denunce ad opera dei Carabinieri

Operazioni dell’Arma a Vercelli, Santhià e Caresana. Costante il controllo del territorio

Vercelli: arrestato dai Carabinieri un truffatore 35enne.

I Carabinieri della Stazione di Vercelli hanno arrestato F.S., 35enne rumeno residente in città, gravato da vicende penali per reati contro il patrimonio e la persona, in ottemperanza ad un provvedimento coercitivo emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Vercelli, per essersi reso responsabile di truffa e ricettazione, commessi in questo centro nel 2013. L’arrestato, a conclusione delle rituali formalità, è stato sottoposto alla detenzione domiciliare presso la propria abitazione, ove dovrà espiare una pena di un anno.

Vercelli: denunciate dai Carabinieri della Radiomobile quattro giovani donne responsabili di furto.

I Carabinieri della Radiomobile di Vercelli hanno denunciato A.F., 24enne, L.C., 28enne, A.S., 27enne e L.B., 23enne, tutte di origine Rom, residenti in città e gravate da vicende penali per reati contro il patrimonio, perché ritenute responsabili di concorso in furto aggravato. Le quattro donne erano state notate dal personale del supermercato “Lidl” di via Somalia mentre si aggiravano in modo sospetto tra i banchi di vendita, per poi allontanarsi senza procedere ad alcun acquisto. Una verifica condotta nell’immediatezza aveva consentito agli addetti di verificare che, effettivamente, erano stati asportati alcuni capi di abbigliamento. Gli accertamenti svolti dai militari hanno successivamente consentito di accertare che le giovani si erano impossessate dei capi e li avevano occultati sulle proprie persone allontanandosi rapidamente dal supermercato e dandosi alla fuga a bordo di un’auto lasciata in sosta nel parcheggio antistante. Infine, dopo averle compiutamente identificate, i Carabinieri hanno proceduto alla denuncia delle responsabili all’Autorità Giudiziaria.

Santhià: denunciato dai Carabinieri un 26enne senza patente alla guida di una moto con telaio “taroccato”.

I Carabinieri della Stazione di Santhià hanno deferito in stato di libertà F.N., 26enne, residente a Borgo d’Ale, gravato da vicende penali per reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti, perché ritenuto responsabile di riciclaggio. Durante un servizio perlustrativo, i militari hanno sottoposto a controllo alla periferia di Santhià il 26enne, mentre era a bordo di un motociclo da cross marca Honda privo della targa. I primi accertamenti hanno immediatamente consentito di verificare che l’uomo era però sprovvisto della patente di guida, che peraltro non aveva mai conseguito, e che la moto non aveva la prescritta copertura assicurativa. Le successive verifiche effettuate dai Carabinieri di Santhià hanno evidenziato una ulteriore anomalia, ben più grave, riscontrando che il numero del telaio della motocicletta era stato parzialmente abraso e modificato, motivo per il quale il mezzo è stato sottoposto a sequestro ed il conducente denunciato per il reato di riciclaggio.

Caresana: ruba due fioriere, 22enne denunciata dai Carabinieri.

I Carabinieri della Stazione di Stroppiana hanno denunciato in stato di libertà una 22enne di origine marocchina, residente in Casale Monferrato e gravata da vicende penali per reati contro il patrimonio, perché ritenuta responsabile di furto. I militari, sviluppando le indicazioni fornite in sede di denuncia da una signora residente in Caresana, hanno accertato che la 22enne, nel corso della serata del 23 maggio, aveva asportato due fioriere posizionate sul muretto di cinta dell’abitazione della denunciante ad ornamento dell’ingresso di casa.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.