La vertenza Ifi resta difficile ma si apre qualche spiraglio

Giovedì scorso un summit in municipio a Santhià: passi avanti sul piano industriale e per la cassa integrazione

Un recente corteo dei lavoratori della Ifi di Santhià

Prosegue, finalmente con qualche segnale di speranza, la vertenza sulla Ifi (ex Magliola) di Santhià. Giovedì scorso, nella sede del municipio di Santhià, si è svolto un incontro per discutere il futuro dello stabilimento. L’incontro è stato organizzato su richiesta dell’azienda e hanno partecipato la Fiom Cgil Vercelli Valsesia, la Fim Cisl e la Uilm Uil territoriali, la Rsu dell’azienda, il sindaco Angelo Cappuccio, la direzione aziendale e Vincenzo Pompeo Bava in rappresentanza della Iif Lux, azienda che ha presentato verbalmente una proposta di piano industriale con visibilità fine 2019 (che dovrebbe comprendere la commessa Ansaldo e Fondazione) oltre a una proposta già concretizzata da alcuni clienti finalizzata alla creazione di un polo logistico agganciato alla linea ferroviaria. In occasione dell’incontro è stato comunicato inoltre che l’azienda provvederà subito a pagare ai lavoratori le spettanze di novembre e dicembre 2018.

Al termine dell’incontro la Fiom ha dichiarato: «Come sindacato abbiamo chiesto trasparenza in questa fase delicata e quindi: la disponibilità di tutta la documentazione inerente la certificazione del piano industriale nonché un incontro in Regione Piemonte per redigere un verbale di impegno da parte dell’azienda a rispettare quanto dichiarato. L’azienda ha quindi comunicato che la documentazione relativa alla Cassa integrazione straordinaria è stata completata e che, salvo imprevisti, dovrebbe essere depositata nei prossimi giorni. Abbiamo comunicato nell’assemblea dei lavoratori le novità e insieme si è deciso di provare a intraprendere il percorso delineato, che sicuramente non sarà facile. Se quanto dichiarato sarà tradotto in fatti concreti, come Fiom Cgil non potremo che valutare positivamente il risultato raggiunto grazie alla lotta dei lavoratori della Iniziative Ferroviarie Italiane che hanno mantenuto la propria posizione: tuttavia restiamo consapevoli che la strada è ancora in salita e monitoreremo ogni passaggio del percorso delineato. La vertenza della Ifi prosegue».

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.