Meteo: residua instabilità, poi arriva l’ “Estate di San Martino”

Ancora un po’ di pioggia fino al weekend. La prossima settimana torna l’anticiclone sub-tropicale con temperature miti e sopra le medie stagionali

La piena del fiume Sesia nei pressi di Vercelli mercoledì scorso

«Il grosso del maltempo ce lo siamo ormai lasciato alle spalle, tuttavia viviamo una fase di “convalescenza”, con alcune regioni ancora sotto la pioggia» così commenta la fase attuale il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che prosegue: «Fino al weekend il Nord Ovest sarà interessato ancora da piogge e rovesci, anche intensi e a carattere temporalesco sulla Liguria che di fatto sarà la regione più penalizzata. Il resto della Penisola vedrà invece tempo più asciutto e anche soleggiato, specie al Centro Sud, ma con presenza anche di nebbie, foschie o nubi basse su vallate e pianure nottetempo e al mattino».

Per ora, tuttavia, appare confermato il ritorno dell’anticiclone sub-tropicale nella prossima settimana, che confermerà la tradizione dell’ “Estate di San Martino”: il periodo intorno all’11 novembre ( per l’appunto San Martino ) che di soli porta una fase stabile ma soprattutto molto mite dopo le prime gelate autunnali, gelate che a dire il vero quest’anno non si sono proprio presentate. Quest’anno la tradizione dovrebbe essere rispettata e forse qualcosa di più: «Il tempo infatti sarà in prevalenza stabile, soleggiato ma soprattutto con clima oltremodo caldo, ancora di più rispetto a questi giorni che già sono sopra le righe. Le massime potranno infatti superare diffusamente i 18-20°C, mentre laddove i cieli saranno sereni di notte le temperature minime caleranno, favorendo anche la formazione di nebbie, foschie o nubi basse da inversione termica. Proprio le nebbie potranno ridurre notevolmente la visibilità in particolare nottetempo e al mattino su Val Padana, valli del Centro e a tratti lungo le coste».

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.