Asm-Atena: nel 2017 la raccolta differenziata è salita al 66,8%

L’azienda municipalizzata fa il punto della situazione sulla gestione dei servizi ambientali

Nel corso dell’anno 2017 Asm Vercelli ha raccolto circa 25.000 tonnellate di rifiuti urbani – a fronte delle 24.700 tonnellate del 2016 – con una percentuale di raccolta differenziata del 66,8%, in leggero aumento rispetto al 66% del 2016, un trend di crescita confermato anche nei primi due mesi del 2018. I due Centri di Multi Raccolta gestiti da ASM Vercelli – in corso Papa Giovanni Paolo II e in via Ettore Ara – nel 2017 hanno registrato conferimenti per oltre 5.000 tonnellate.

Nell’ottica di una progressiva ottimizzazione delle performance aziendali e ambientali, ASM Vercelli ha investito nell’ultimo biennio circa 600.000 euro per migliorare la flotta dei mezzi dedicati all’igiene urbana e alla raccolta rifiuti e ha acquistato, nel 2017, due mini costipatori Azimut 6 e una spazzatrice CleanGo 500. I nuovi mini costipatori – che andranno a sostituire mezzi ormai obsoleti – sono in grado di raccogliere e, al contempo, compattare il rifiuto cartaceo per ridurne il volume, ottimizzarne il trasporto ed evitare dispersioni. La spazzatrice, invece, è già operativa nel territorio comunale di Vercelli con particolare attenzione all’igienizzazione dei marciapiedi del centro città.

Dal mese di marzo ASM Vercelli ha unificato il numero verde per i servizi ambientali di Vercelli e dei 26 comuni Co.Ve.Var serviti, estendendo al contempo in modo significativo l’orario del call center e attivando una casella mail dedicata ambiente.vercelli@asmvercelli.it per venire incontro alle esigenze dei cittadini.

Inoltre, nell’ottica di sensibilizzare e incentivare il servizio di ritiro ingombranti, l’azienda ha attivato una nuova modalità di prenotazione on line dedicato alle utenze domestiche: da oggi, infatti, sul sito di ASM Vercelli sarà attivo anche un nuovo form per prenotare il servizio in modo veloce e gratuito. A tal riguardo, verrà attivata una campagna informativa dedicata sui media locali e verranno diffuse tramite cassettaggio cartoline personalizzate per comunicare l’attivazione del nuovo servizio a ogni cittadino.

Sempre nel 2018 verrà, inoltre, promossa una nuova importante campagna di comunicazione ambientale per sensibilizzare i cittadini di Vercelli sui corretti comportamenti in termini di differenziazione dei rifiuti e igiene urbana. Parallelamente verrà avviata anche la distribuzione capillare del nuovo rifiutologo cartaceo di Vercelli, una guida al corretto conferimento dei rifiuti che sarà anche disponibile on line sul sito di ASM e aiuterà i cittadini vercellesi a differenziare correttamente i propri rifiuti.

Nell’ottica di incentivare la sensibilità verso l’ambiente che ci circonda, ASM Vercelli punta anche sull’educazione ambientale negli istituti scolastici della città. Nel 2017 sono stati coinvolti nei diversi progetti educativi circa 400 ragazzi delle scuole del territorio. Inoltre, per l’anno 2018/2019, ASM prevede di ampliare il numero di istituti coinvolti per proseguire i progetti di alternanza scuola-lavoro.

Infine, sempre nell’ottica di migliorare la qualità della raccolta differenziata e sensibilizzare i cittadini sui comportamenti ambientalmente sostenibili, nei prossimi giorni si concluderà la formazione (tenuta dal comandante della Polizia Municipale di Vercelli) di cinque nuovi accertatori ambientali, dipendenti di ASM. Quest’ultimi, durante lo svolgimento della propria attività, potranno segnalare al Comando Vigili situazioni non a norma (ad esempio abbandono rifiuti o mancata differenziazione); gli agenti di polizia municipale, se ne riscontreranno gli estremi, potranno procedere con una sanzione.

1 Commento su Asm-Atena: nel 2017 la raccolta differenziata è salita al 66,8%

  1. Oltre il trend in aumento, ritengo la nota positiva sia l’impegno di Asm-Atena nella formazione e nell’apertura di nuovi canali di comunicazione per la raccolta differenza.
    Due cose che in questi ultimi anni è venuta un po’ a mancare.
    L’educazione per questi temi ritengo sia la leva giusta per coinvolgere le persone e far capire che la raccolta differenziata non è un obbligo ma un dovere etico e civile nei confronti delle generazioni future.

I commenti sono bloccati.