Pro Vercelli 3 vs Carrarese 1, il Leone sbrana la capolista

Leone Leone

Pro Vercelli 3 vs Carrarese 1

Pro Vercelli (4-2-3-1): Nobile; Berra, Milesi, Crescenzi, Mammarella; Germano, Bellemo; Azzi, Da Silva, Leonardo Gatto; Morra. A disposizione: Moschin, Sangiorgi, Tedeschi, Cavaliere, Comi, M. Gatto, Mal, Antonio Grillo, Iezzi, Foglia, De Marino, Gerbi. Allenatore Vito Grieco.

Carrarese (4-2-4): Borra; Rosaia, Luca Ricci, Agyei, Giacomo Ricci; Foresta, Pugliese; Valente, Caccavallo, Tavano; Maccarone. Allenatore Silvio Baldini.

Arbitro Marco D’Ascanio di Ancona, assistenti Colinucci di Cesena e Della Croce di Rimini

Si ritorna al Robbiano Piola, piove, il cielo piange come i nostri cuori, abituati a soffrire in serie Cadetta ed ora nel limbo della C, stadio semideserto, un colpo di gialloblu nel settore ospiti guarnito da una sessantina di brillanti tifosi ospiti. E noi soffriamo, senza Schiavon, Tedeschi in panca, Simone Rosso infortunato, la nostra curva con un bandierone che sventola sotto la pioggia, tempo da Robbiano, nella mitezza di ottobre.

Mai visto un ingresso così lento in campo, una laica processione verso la metà campo, una mestizia enorme come nei nostri cuori. Al 6’ il portiere ospite esce sguaiatamente oltre la linea della sua area per recuperare un maldestro passaggio indietro d’un suo compagno della difesa, cartellino giallo per Borra e punizione di Mammarella che s’infrange sul braccio della barriera ma non è rigore. Al 14’ su incertezza difensiva della Carrarese, di Giacomo Ricci, Da Silva porge ad Paulo Dentello Azzi che s’invola tutto solo sulla fascia destra e mette in mezzo per bomber Morra, infallibile come sempre, 1 a 0 per la Pro. Al 18’ ancora lui, bomberMorra su angolo di Mammarella, sponda di Berra e di testa CM32, da sempre atteso ed ora tra noi, mette dentro, 2 a 0. La Pro c’è. “Gianna sempre una di noi”recita uno striscione in Gradinata, per ricordare una giovane Innamorata recentemente scomparsa. Al 29’ è il tempo per una parata in uscita dell’attento Nobile su Valente. Ammonito Pugliese per gioco falloso. La Carrarese mette fuori il naso proprio nella seconda metà del tempo ma la retroguardia della Pro è granitica. Un minuto di recupero.

Due cambi in avvio di ripresa per la Carrarese, compreso la stellina di Kevin Piscopo, classe ‘98, di Mottalciata, dal Santhià al Genoa e poi alla Carrarese.  All’ 56’ la Pro fa il tre, anzi sembra se lo faccia  da sola la Carrarese su cross da palla inattiva ( ovvero punizione) dalla fascia offensiva destra, un’autorete o forse un goal di Morra , facciamo Morra di testa, tris! Al 65’ Max Gatto sostituisce Leonardo Gatto. Ammonito Mammarella per gioco falloso, nella Carrarese fuori Maccarone e dentro Coralli. Al 72’ accorcia Biasci accorcia con una bella girata che secca Nobile nell’angolo alla sua destra. Fuori Morra che riceve la giusta ovazione e Gladestony, dentro Comi con Gerbi. Qualche scaramuccia dopo un contrasto che lascia a terra Comi ma nulla di che. Fuori Dentello Azzi e dentro Sangiorgi. Ammoniti Comi e Rosaia per reciproche cortesie. 5 minuti di recupero. Resta il tempo per l’espulsione di Foresta dopo un fallo su Comi, finisce così una Pro speciale e vincente baciata dal riveniente sole del pomeriggio.

Paolo d’Abramo