Pro Vercelli vs Palermo, le voci della Sala Stampa

2875 spettatori, incasso 20.879 euro

Microfono voci Microfono

Pro Vercelli vs Palermo, le voci della Sala Stampa.

Massimo Secondo:”Oggi abbiamo fatto una partita sopra le righe contro un Palermo che era venuto qui per vincere, il risultato è giusto. Prestazione eccellente di Reginaldo sia in fase di possesso sia di non possesso, bene anche Paghera e tutti gli altri. Siamo sempre nelle ultime tre ma con questo modo di giocare ne verremo fuori, ne sono convinto. È chiaro che la partita con il Cesena vale molto, è uno scontro diretto, speriamo di recuperare qualche infortunato, abbiamo comunque una Rosa di buon livello. Ragioniamo una partita alla volta senza guardare la classifica. Nel mercato di gennaio abbiamo cercato di fare del nostro meglio, i pareggi con Brescia, Salernitana e Palermo sono stati punti importanti con squadre molto difficili. Oltre al mercato è cambiato anche lo spirito del gruppo.”.

Bruno Tedino:”Tutti sanno quanto sia difficile venire da tre sconfitte consecutive, oggi sapevamo che era un campo difficile contro una Pro in salute. Il Palermo può fare di più ma è difficile quando la squadra è in difficoltà, dobbiamo salire dal punto di vista del morale. Dobbiamo essere bravi a trovare profondità sulle fasce. Andare in cerca di alibi a me non è mai piaciuto, ma la trattenuta in area è stata clamorosa. Possiamo arrivare in fondo ed avere rispetto degli avversari. La serie B è un campionato con grande temperamento e grande forza muscolare. È difficile giocare su questo campo, l’ampiezza di manovra è poca, giocare contro la Pro è difficile perché facevano sempre tanta densità dietro. Ringrazio i ragazzi in curva che ci hanno sempre incitato”.

Kanoutè:”Abbiamo fatto un buon risultato anche se abbiamo sprecato alcune occasioni, possiamo migliorare. Sono nato come esterno, in passato ho giocato punta, con la mia velocità per puntare la porta mi trovo bene. Ci vuole tempo per imparare il gioco del mister, quando entri in campo devi essere come pilotato, devi capire e imparare bene i movimenti. Gara fisica in attacco ma siamo riusciti a tenere bene. Questo è il percorso giusto per me, l’obiettivo mio è tornare in serie A”.

GianLuca Grassadonia:”Mi piace pensare alla prova dei ragazzi, maturità e consapevolezza. Abbiamo affrontato una grande squadra, qualità e fisicità. Fortunatamente giochiamo subito, guardiamo al Cesena, siamo convinti che i ragazzi faranno bene, certamente ci saranno rotazioni. Arriviamo a creare con le combinazioni giuste, non siamo ancorati ad un modulo. Abbiamo una buona solidità, dobbiamo lavorare anche su altro. Nel secondo tempo oggi abbiamo avuto ripartenze che potevamo sfruttare meglio. C’è grande applicazione, i ragazzi s’impegnano tutti alla grande”.

Gozzi:”Con 4 punti in testa era meglio prevenire con il turbante. La felicità di aver contenuto il Palermo è tanta, tutta la squadra si è comportata bene, abbiamo acquisito consapevolezza nei nostri mezzi, dobbiamo proseguire”.

Paolo d’Abramo