La devozione dei 15 giovedì in onore di Santa Rita

Un viaggio spirituale e vivo che prepara l'anima e il cuore dei devoti

Inizierà giovedì 6 febbraio nella Basilica di Santa Rita a Cascia, la pia pratica dei “Quindici giovedì di Santa Rita”, il cammino spirituale che prepara e conduce alla grande festa del 22 maggio. A Cascia, ma anche in ogni regione del mondo, per unire la grande famiglia di devoti, sempre più numerosa ed estesa.

È per questo che, da qualche anno, il monastero ha voluto attivare un importante servizio per i devoti che non potranno essere a Cascia, attraverso la diretta streaming sul canale (clicca qui). Un modo per permettere a tutti di partecipare, in vera comunione, facendo sentire ognuno più vicino a Santa Rita. Ogni giovedì, dunque, avrà luogo la celebrazione solenne alle ore 17 (da febbraio a marzo) e alle 18 (da aprile a maggio). Al termine della messa, sarà recitata una preghiera davanti all’urna di Santa Rita, che custodisce il corpo.

La pia pratica dei “Quindici giovedì di Santa Rita” è nata dal cuore della religiosità popolare, a memoria degli ultimi quindici anni della sua vita, durante i quali portò sulla fronte la dolorosa ferita della stigmata: una delle spine della corona di Gesù Crocifisso, che la stessa Rita chiese a Dio per accogliere nella sua carne i patimenti di Cristo. La pratica, diffusa sia in Italia che all’estero, già dopo la proclamazione di Rita come Santa fatta da papa Leone XIII il 24 maggio 1900. Ma l’approvazione ufficiale da parte della Chiesa è arrivata il 14 gennaio 1919 per opera di papa Benedetto XV, il quale concesse anche l’indulgenza plenaria ai devoti che partecipano a tutti i quindici giovedì.

Nel concreto, la pratica si esprime nel racconto e nella meditazione della vita e delle virtù di Rita. Ogni giovedì diviene così un passo del cammino che conduce all’incontro con Santa Rita e con i grandi valori che si riflettono nella sua vita: perdono, pace, sacrificio, umiltà, dialogo. Un viaggio spirituale e vivo, che prepara l’anima e il cuore di ognuno alla celebrazione solenne del 22 maggio, festa di Santa Rita.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.