Acquistano sul web con la carta di credito di un santhiatese

Identificata e deferita una coppia di malfattori con diversi precedenti per reati della stessa specie

Un 60enne di Santhià, controllando le operazioni e i movimenti sul proprio conto corrente bancario, si è accorto che pochi giorni fa era stata utilizzata la sua carta di credito per effettuare un acquisto on-line dall’importo di circa 100 euro.

Nel chiedere maggiori informazioni alla sua banca, all’uomo è stato suggerito di bloccare il prima possibile la carta di credito in modo da evitare altri addebiti. A questo punto il soggetto si è rivolto ai Carabinieri di Santhià per formalizzare una denuncia.

Nel corso delle indagini si è scoperto che effettivamente era stato effettuato un acquisto sul web, più precisamente un elettrodomestico fatto recapitare a casa di una coppia di malfattori, residenti in provincia di Varese, con diversi precedenti per reati della stessa specie. I due sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Vercelli per indebito utilizzo di carta di credito in concorso.

L’invito dell’Arma dei Carabinieri è di fare estrema attenzione nell’utilizzo delle proprie carte di credito o di debito (bancomat), evitando di usarle in maniera superficiale, al fine di non esporsi alla sottrazione dei dati in esse contenuti (numeri e codici CVV). L’acronimo CVV sta per Card Validation (o Verification) Value e costituisce un codice di verifica della carta di credito, utilizzato per garantire un ulteriore livello di sicurezza che, tuttavia, è opportuno cancellare dalla carta di credito poiché, in caso di smarrimento/sottrazione, potrebbe essere utilizzata indebitamente se presente (il codice CVV va invece memorizzato/custodito altrove).

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.