Festeggiato il 40° del Gsd Canadà: esempio di passione e dedizione

Un nuovo campetto in sintetico, un torneo per la categoria Pulcini e l'assegnazione di tanti premi

Nelle foto i premiati per il 40° del Gsd Canadà (a sinistra) e l'inaugurazione del campo in sintetico intitolato a Valerio Bassi

Quarant’anni di calcio con il Gsd Canadà celebrati con l’intitolazione del campetto polivalente in erba sintetica dedicato alla memoria di Valerio Bassi. E poi tanti amici che si sono ritrovati dopo un lunghissimo periodo al Centro sportivo Comunale “Renzo Maglione”. Quella dello scorso sabato 5 ottobre è stata una giornata veramente indimenticabile e piena di ricordi, ma anche proiettata verso il futuro.

Nel pomeriggio si è anche tenuto un torneo triangolare amichevole del quarantennale con protagonisti i Pulcini del Gsd Canadà, del Torino Fc e della Fc Pro Vercelli 1892. La squadra di casa ha schierato la compagine della classe 2010 allenata da Stefano Ferraris e Davide Zucca, mentre Toro e Pro hanno giocato con i team del 2011. Le tre sfide hanno avuto la durate di tre tempi da 10 minuti ciascuno. Non è stata redatta alcuna classifica, ma tutti i baby calciatori sono stati premiati con una medaglia ricordo.

Le celebrazioni per la festa dei 40 anni del Gsd Canadà sono proseguite con la messa, in suffragio degli amici scomparsi, presieduta dall’Arcivescovo di Vercelli, monsignor Marco Arnolfo, e concelebrata dal parroco del Sacro Cuore, don Augusto Scavarda. «Una società sportiva che vive da 40 anni – ha detto monsignor Arnolfo – è sinonimo di fede e passione. I ragazzi e le famiglie che la frenquentano devono esserne fieri».

Il momento clou è stata l’inaugurazione del campetto dedicato a Valerio Bassi, indimenticato ex giocatore cresciuto nel Canadà e morto tragicamente nel 2009. L’associazione “Amici di Ieio”, in collaborazione con il Gsd Canadà, ha creato la struttura che adesso occupa gli ex quattro campi di bocce all’aperto. «Una miglioria alla struttura che offre un altro impatto – ha dichiarato il presidente del Gsd Canadà, Paolo Sala – Il campetto sarà utilizzato dai bambini più piccoli della nostra società, quelli dai 5 ai 7 anni». Durante la cerimonia il club biancorossoblu ha voluto ricordare con un minuto di raccoglimento anche Pietro Bassi (nonno di Valerio, morto in settimana) e Giacomo Consoli, ex calciatore del Canadà.

Alla festa sono intervenute numerose autorità che hanno sottolineato il grande lavoro e la tradizione che porta avanti il sodalizio presieduto da Sala. Presenti l’assessore comunale allo sport ,Mimmo Sabatino, il vicepresidente del Consiglio comunale Gianni Marino, il vicepresidente regionale della Figc, Gianni Baldin, il delegato della Figc di Vercelli, Piero Pulcina, il referente dell’attività di base della Figc di Vercelli, Paolo Biasotto, il delegato del Coni provinciale, Laura Musazzo, e il presidente del Panathlon Club di Vercelli, Pier Luigi Pensotti.

Riconoscimenti sono stati assegnati al presidente onorario del Gsd Canadà, Valter Cedone, al factotum Carlo Barberis, ai vicepresidenti Fulvio Bordin e Salvatore Cacciottoli, al direttore sportivo Andrea Negro, all’ex presidente Francesco Ticozzelli, all’associazione “Amici di Ieio” e al responsabile tecnico del vivaio del Canadà, Silvano Davoli, che ha allestito l’apprezzatissima mostra fotografica dei 40 anni al centro commerciale “Bennet”.

Il taglio della grande torta celebrativa ha chiuso una giornata intensa per una società che dal 2015 ha dato un nuovo impulso con l’affiliazione al progetto della “Torino Fc Academy”.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.