Piacenza 1 vs Pro Vercelli 1, un errore per parte

Piacenza vs Pro Vercelli Piacenza vs Pro Vercelli

Piacenza vs Pro Vercelli, arbitro Mario Perri della sezione di Roma I, 18° giornata del campionato 2020/2021 di C, arbitro coadiuvato dagli assistenti Antonio Lalomia di Agrigento e Vincenzo Madonia di Palermo, quarto uomo Julio Milan Silvera di Valdarno.

Le formazioni, Piacenza: (3-5-2): Libertazzi; Bruzzone, Martimbianco, Corbari; Pedone, Simonetti, Palma, Galazzi, Gonzi; Lamesta, Flores. A disposizione Stucchi, Renolfi, Miceli, Bruzzone, D’Iglio, Maio, Maritato, Daniello, Losa, Ghisleni, Casali, Visconti. Allenatore Andrea Manzo

Pro Vercelli (3-4-3): Saro; Hristov, Masi, Auriletto; Mezzoni, Emmanuello, Nielsen, Iezzi; Della Morte, Padovan, Romairone. A disposizione Tintori, Graziano, Comi, De Marino, Borello, Gatto, Erradi, Merio, Secondo, Carosso. Allenatore Francesco Modesto

Formazione inedita per la Pro a Piacenza, stadio che rimanda al primo anno di B in epoca recente, diverse assenze (Zerbin, Rolando, De Marino), Comi in panca, si riparte da Piacenza con il neo arrivato Mezzoni

https://www.transfermarkt.it/francesco-mezzoni/profil/spieler/395190

subito in campo. I Bianchi nel primo tempo attaccano da destra a sinistra rispetto alle tribune. Pallido sole ad intermittenza sul terreno di gioco, apparentemente discreto ma piuttosto appesantito dal meteo. Non accade praticamente nulla per 26 minuti, al 27’ l’arbitro Perri ammonisce Pedone per un fallo da dietro su Hristov, circa a centrocampo. Al 36’ un lampo di Simonetti che lascia partire da 20 metri e leggermente spostato sulla destra una botta respinta da Saro con i pugni, Piacenza che preme sul finale del tempo. Al 42’ c’è un’incursione Bianca sulla destra con la difesa locale e Libertazzi che aiutati dal palo deviano in angolo il tiro cross di Mezzoni dalla corta distanza. Un minuto di recupero e il primo tempo finisce zero a zero, mezz’ora di tattica tra due squadre che hanno una devastante paura di perdere ed ultimo quarto d’ora della frazione di gioco un poco più animato.
Ripresa e nessun cambio. Al 51’ la Pro va davvero vicina al goal, su punizione dalla sinistra la palla arriva in mezzo, si crea una mischietta tra colpi di testa, tentativo di conclusione a rete di Padovan respinto da Libertazzi , impressioni di palla vagante, infine è la testa di Auriletto ad indirizzare sopra la traversa un colpo di testa da distanza ravvicinata, niente da fare. Il Piacenza al 57 toglie Flores e mette dentro Maritato, 31 anni ed una lunga carriera di attaccante. Al 60’ dentro Comi e Gatto, fuori Padovan e Romairone. Al 62’ tiro a giro di Della Morte dalla sinistra, Libertazzi devia in corner. Al 63’ fallo di mano poco fuori area di Maritato, posizione centrale, tira Emmanuello, molto sopra la traversa. Al 65’ calcio di rigore per il Piacenza, fallo di Nielsen su Galazzi in area, batte Maritato, Saro alla sua destra, palla a sinistra, uno a zero per il Piacenza. Ammonito al 69’ Emmanuello per proteste dopo un presunto fallo subito in area. Al 76’ fuori Iezzi e dentro Borello. All’87’ Della Morte approfitta di un’incertezza del subentrato Bruzzone e mette nel sacco sotto la traversa da pochi metri, uno a uno. Borello ci tenta dalla corta distanza, Libertazzi respinge con i piedi. Cinque minuti di recupero che diventano sette in corso d’opera. Ancora Borello di testa da due metri, Libertazzi para in due tempi. Finisce uno a uno, va bene così.
Paolo d’Abramo

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.