Pro 1 vs Giana Erminio 1, la Sala Stampa

la Sala Stampa

Pro vs Giana Erminio, la Sala Stampa.

Simone Rosso:”Loro erano molto cattivi sulle seconde palle, noi abbiamo avuto molte occasioni come quella di Azzi per andare sul 2 a 0 subito. C’è rammarico, non siamo assolutamente contenti, ora riprendiamo a lavorare per la prossima, il calcio è fatto di episodi, potevamo vincerla. Il calcio è fatto anche di numeri e in serie C se sbagli una seconda palla c’è una linea sottile tra la vittoria e la sconfitta“.

Massimo Secondo :”Abbiamo finito il periodo in cui giocavamo due volte alla settimana e questo ci ha penalizzato, ne capiterà qualcun’altra, è un sistema penalizzante e va bonificato. Noi meritavamo di vincere, anche se non abbiamo fatto la migliore partita della Stagione. Nelle ultime quattro partite in casa abbiamo visto cose incredibili, c’era un netto rigore su Varas, ad Arezzo abbiamo visto rigore ed espulsione per una regola cambiata due anni fa, con la Juve abbiamo avuto un arbitraggio contro a senso unico. Ma non dobbiamo attaccarci a questo, la Giana ha fatto la sua partita però è così. Con le ultime 5 abbiamo fatto due sconfitte e tre pareggi”. 

Alberto Gilardino:”Se vado a riguardare la partita abbiamo avuto l ‘occasione per chiuderla, abbiamo sbagliato un rigore. C ‘è stato l‘atteggiamento giusto ma occorre fare più attenzione in difesa. Questo è il nostro campionato, ci sarà da lottare con grande umiltà e sacrificio fino all’ ultimo. È quasi un mese che giochiamo ogni tre giorni, ora avremo le settimane tipo e cureremo il minimo dettaglio. Schiavon ha avuto un problema al collo, si è bloccato un paio di giorni fa, spero di recuperarlo per la prossima. In questo campionato tutti possono vincere o perdere con tutti”.

Cesare Albè:”C’è sempre la bravura degli avversari ma prendere un goal dopo un minuto è stato brutto. Abbiamo sofferto molto sulle loro palle da fermo, sui calci  d’angolo, loro ne fanno una forza. Il campo è bello ma è diverso che giocare sull’erba, ci teniamo stretto il pareggio. Siamo andati dietro a loro, quando si sono a rombo con la mezza punta ci siamo adattati. Oggi abbiamo fatto qualcosina meno come determinazione rispetto alla settimana scorsa, va bene così, dobbiamo recuperare tutti quegli infortunati che sono fuori. Ci vogliono carattere, determinazione ed umiltà. La classifica la si porta in campo con tutte le paure, bisogni essere più spensierati ma noi ora non possiamo permettercelo e ci accontentiamo. Contro una buona Pro Vercelli non ci vergogniamo di niente, dovremo giocare meglio ma ci accontentiamo. Essere in panchina ancora alla mia età, ho in cantina gli album Panini, sono nato nel 1950, in uno stadio storico, contro giocatori storici, tutte le volte che sono venuto qui dico a tutti di guardare gli scudetti, la storia, sono cose enormi, mi fanno un effetto enorme e ringrazio la mia Società che permette ad un dilettante come me di provare queste emozioni”.

Lorenzo Remedi:”Abbiamo trovato una quadratura di squadra, solidità difensiva, ci prendiamo il punto e prepariamo la partita di domenica. Abbiamo fatto un ottimo primo tempo ed un buon inizio di ripresa ma giocavamo contro una discreta squadra. È un punto conquistato con sofferenza. Sono contento perché sento la fiducia del club e dei compagni di squadra. Ho visto un’ottima Pro, davanti sono forti, hanno dei ragazzi molto bravi tecnicamente”.

Paolo d’Abramo

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.